Per sua natura, l’ICT è in costante evoluzione. Tuttavia, il 2020 è stata una tempesta perfetta che ha accelerato la crescita di una serie di tendenze e ha messo in luce il ruolo critico che la tecnologia gioca ora nel reagire e mitigare l’impatto di crisi mondiali impreviste. Avere la giusta infrastruttura adeguatamente mantenuta non è mai stato così importante per gli individui, le aziende, i governi e le ONG.

È l’inizio di un nuovo anno e siamo tutti ansiosi di sapere cosa ci aspetta. Per aiutarvi a tagliare il rumore e le abbondanti previsioni tecnologiche, abbiamo selezionato tre tendenze chiave dell’ICT da tenere d’occhio nel 2021 e abbiamo spiegato come influiranno sui mercati dell’hardware IT multi-vendor e della manutenzione da parte di terzi.

Tendenza 1: Le nuove tecnologie costituiranno una percentuale crescente della spesa ICT

Dopo essere rimasta essenzialmente piatta a causa della crisi sanitaria globale del 2020, si prevede che la spesa ICT ricomincerà ad aumentare nel 2021, con una percentuale crescente destinata agli investimenti in nuove tecnologie. Secondo IDC, l’emergere dell’IoT contribuisce già significativamente alla crescita del mercato ed entro il prossimo decennio le nuove tecnologie come la robotica, l’AI e l’AR/VR si espanderanno fino a rappresentare oltre un quarto della spesa ICT. Ma ci sono alcuni avvertimenti. Le barriere all’adozione di nuove tecnologie, per esempio la mancanza di infrastrutture cloud nei mercati emergenti, significano che questa tendenza potrebbe richiedere più tempo per guadagnare terreno in alcuni luoghi. Le aziende più piccole, più guidate dalla sostituzione dell’hardware a fine ciclo, probabilmente impiegheranno più tempo per aumentare la spesa per le nuove tecnologie. Infine, un pizzico di sale potrebbe essere d’obbligo, poiché l’entusiasmo per le nuove tecnologie potrebbe superare la loro effettiva adozione, come Gartner ha scoperto per l’IA, dove solo un CIO su cinque ha raggiunto i suoi obiettivi di adozione in 12 mesi.

Qualsiasi tecnologia, anche la più recente, si basa su hardware fisico e infrastrutture che devono essere mantenute per funzionare correttamente. Prevedere la manutenzione deve essere fatto allo stesso tempo del nuovo investimento ICT, non tra cinque anni dopo che è uscito dalla garanzia dell’OEM. Inoltre, sostenere le aziende estendendo la vita della loro infrastruttura esistente, e offrendo attrezzature di base rinnovate, offre risparmi che possono essere reinvestiti in nuove tecnologie.

Tendenza 2: Crescente domanda di hardware ICT di seconda mano

L’acquisto di hardware di seconda mano è in aumento e si prevede che continuerà la sua traiettoria ascendente nel 2021 e oltre. IDC pone il CAGR al 5% e stima che le vendite di infrastrutture ICT usate raggiungeranno i 36 miliardi di dollari entro il 2024. I fattori chiave della tendenza sembrano essere una maggiore preoccupazione per l’ambiente da parte delle aziende e dei loro dipendenti millenari, nonché considerazioni finanziarie, sia per l’acquisto che per la vendita di attrezzature di seconda mano. Anche se la flessione economica dell’anno scorso ha certamente aiutato a sostenere la tendenza eco/budget-friendly, questo cambiamento è precedente alla crisi del Covid-19, dimostrando una tendenza più fondamentale e resistente. Susan Middleton, direttore di ricerca per il consumo flessibile e le strategie di finanziamento per l’IT presso IDC, dice che gli acquisti di attrezzature di seconda mano sono spesso fatti per aggiungere capacità piuttosto che per aggiornare le attrezzature. Le organizzazioni beneficiano anche dell’acquisizione di sistemi completamente configurati come alternativa all’acquisto di nuovi. Infine, questo approccio di acquisto assicura anche che i risparmi generati possano essere reinvestiti altrove nel business.

Come venditore di hardware di seconda mano da oltre 35 anni, Evernex è perfettamente consapevole di questa tendenza. Abbiamo osservato la crescita di questo mercato in prima persona e ci aspettiamo di vederlo guadagnare ancora più slancio nel 2021. La nostra capacità di rimettere a nuovo e certificare le apparecchiature ci rende un partner prezioso per i nostri clienti che cercano di ottimizzare i costi delle loro infrastrutture senza compromettere la funzionalità o la qualità.

Tendenza 3: Il cloud continuerà ad evolversi, così come la sua domanda

L’uso e la dipendenza dal cloud sono cresciuti costantemente nell’ultimo decennio e, nonostante le difficili condizioni economiche, hanno continuato ad aumentare nel 2020. Il boom delle richieste di lavoro remoto sta spingendo le organizzazioni a investire più pesantemente nelle loro capacità di cloud. Deloitte sottolinea che molte implementazioni stanno ora utilizzando un approccio chiamato “cloud ibrido” o un mix di ambienti cloud pubblici e privati, che di solito include risorse on-premise. Questo è coerente con il “rimpatrio dei dati”, un’altra tendenza in cui le organizzazioni spostano i dati dal cloud ai server in loco per migliorare la sicurezza, la disponibilità e l’efficacia dei costi, oltre a riconquistare una maggiore misura di controllo sui loro dati. Stiamo assistendo a questa tendenza nel mercato mentre i clienti di Evernex continuano la loro migrazione verso il cloud e adottano sempre più una combinazione di soluzioni on-premise e off-premise.

Ovunque ci sia il cloud, ci sono data center e infrastrutture che devono essere rigorosamente mantenuti. L’evoluzione verso un modello di cloud ibrido è particolarmente interessante per i fornitori di hardware IT e TPM come Evernex perché abbiamo molto da offrire alle imprese che cercano il giusto equilibrio tra servizi cloud off-site e server on-premise a un prezzo sostenibile.

2021: un anno di continua crescita, evoluzione e opportunità

Se quanto sopra dimostra qualcosa è che, nonostante l’anno dirompente vissuto nel 2020, le tendenze dell’ICT continuano a costruirsi progressivamente e nella stessa direzione in cui stavano andando prima della crisi globale. Le preoccupazioni circa gli investimenti in tecnologie innovative, i costi, la sicurezza e il controllo dei dati, così come la sostenibilità sono stati in primo piano per un certo numero di anni e continueranno a guidare il cambiamento e le decisioni di acquisto nel 2021.

I prossimi dodici mesi si preannunciano luminosi per i mercati dell’hardware IT e dei TPM, in quanto le organizzazioni continuano ad aumentare le loro esigenze di infrastrutture on-premise e off-site, in particolare attraverso modelli di cloud ibrido, e si orientano verso l’adozione dell’acquisto di apparecchiature di seconda mano.

Evernex ha sfruttato le sue competenze tecniche e commerciali per diventare un fornitore leader di sistemi IT critici e servizi di manutenzione in tutto il mondo. Contattateci oggi stesso per saperne di più su come possiamo assistervi nella manutenzione della vostra infrastruttura IT critica.

RICHIEDI UN PREVENTIVO

RICHIEDI UN PREVENTIVO